Atto amministrativo che costituisce presupposto di reato penale: valutazione dei giudici
3 luglio 2017
Corte di Cassazione: decadenza del marchio e il suo riuso
11 luglio 2017
Mostra tutti

Assegno di mantenimento per i figli: il giudice può decidere d’ufficio l’ammontare dell’assegno

La Corte di Cassazione, con l’ordinanza n. 14830/2017 del 19.06.2017, ha sancito la modificabilità d’ufficio, ad opera del giudice, dei provvedimenti temporanei e urgenti nell’interesse della prole e dei coniugi adottati durante la procedura di separazione in sede di udienza presidenziale. assegno di mantenimento per i figli studio legale avvocatoInfatti i provvedimenti necessari alla tutela degli interessi morali e materiali della prole, qual è l’attribuzione e la determinazione dell’assegno di mantenimento a carico del genitore non affidatario, possono essere adottati d’ufficio, essendo rivolti a soddisfare esigenze e finalità pubblicistiche sottratte all’iniziativa ed alla disponibilità delle parti (e multis, Cass. 27 gennaio 2012, n. 1243, in motivazione, Cass. 3 agosto 2007, n. 17043; Cass. 13 gennaio 2004, n. 270), secondo giurisprudenza costante della Corte Suprema di Cassazione. Questo è stato sancito con l’ordinanza n. 14830 della Corte di Cassazione Sesta Sezione del 14 Giugno 2017.

 

Scarica in pdf l’ordinanza n. 14830 del 2017 della Corte di Cassazione: Ordinanza n. 14830 del 2017

Comments are closed.