Sicurezza e Diritto del lavoro: i “food delivery” obbligati a fornire le mascherine e gli altri pdi ai propri riders
11 maggio 2020
Emergenza COVID-19: raccolta dei provvedimenti del Governo e autodichiarazione per gli spostamenti
19 maggio 2020
Mostra tutti

Diritto di Famiglia a tempo dell’emergenza Covid-19: le linee guida del CNF su separazioni e divorzi

In data 20 Aprile 2020, il Consiglio Nazionale Forense (CNF) ha emanato delle “linee guida per i procedimenti in materia di diritto di famiglia” (separazioni e divorzi) nella fase di emergenza Covid-19, alla luce che le normative fino ad ora emanate, mirino a evitare assembramenti e contatti ravvicinati tra le persone che, per lavoro e utenza, frequentano gli uffici giudiziari.

Visto che tutti i procedimenti in materia di famiglia sono intrinsecamente connotati da urgenza di provvedere o, quantomeno, di non doversi ulteriormente dilazionare nel tempo, il CNF propone quanto segue limitatamente al periodo di emergenza:diritto di famiglia separazione divorzio emergenza covid-19 studio legale

  1. Procedimenti di natura consensuale – è ammesso il deposito esclusivamente telematico. Nelle ipotesi di separazione consensuale, divorzio congiunto, ricorso congiunto ex art. 337 bis c.c., ricorso congiunto ex art. 710 c.p.c. e ricorso congiunto ex art. 337 quinques c.c., i difensori a causa dell’emergenza epidemiologica e delle sottese esigenze di tutela della salute, che impongono, tra le altre cose, il rispetto del distanziamento sociale, potranno convenire sulla scelta della c.d. trattazione scritta.
  2. Procedimenti di natura contenziosa – la previsione normativa che in queste udienze le parti siano sentite personalmente e che sia tentata la conciliazione comporta che la scelta di celebrazione dell’udienza tramite collegamento da remoto possa trovare giustificazione, pur dandosi atto che la progressiva introduzione della stessa dovrà tuttavia avvenire gradualità e, comunque, previa comunicazione della disponibilità dei difensori delle parti, che si impegnano a comunicarla al Tribunale laddove ritengano che detta modalità sia compatibile con le esigenze della difesa. l ricorso a questa modalità non potrà peraltro avvenire, secondo il prudente apprezzamento del magistrato, nei casi in cui la trattazione con udienza ordinaria si imponga per l’esigenza di valutare in modo più attento, per le coppie con figli di minore età, il profilo delle capacità genitoriali, soprattutto in presenza di problematiche personali eventualmente allegate da controparte o emergenti dagli atti. L’emergenza di tali ipotesi potrà essere segnalata dai difensori.
  3. Negoziazioni assistite – gli accordi di negoziazione assistita verranno depositati alla Procura della Repubblica in via telematica a mezzo PEC ed il relativo provvedimento di nulla-osta o autorizzazione verrà trasmesso agli Avvocati con le medesime modalità del deposito, sempre a mezzo PEC. Ai fini del perfezionamento dell’accordo e dei successivi adempimenti, l’autografia della sottoscrizione delle parti avverrà attraverso l’identificazione da parte dei legali da remoto.

Si riporta, in allegato alla presente news, il testo integrale del CNF dove sono riportati tutti i particolari e le modalità operative di dettaglio proposte per equilibrare i procedimenti in materia di diritto di famiglia nella fase di emergenza Covid-19.

 

Scarica in pdf le linee guida del CNF del 20 aprile 2020: linee guida CNF procedimenti di famiglia

Comments are closed.