Convegno del 25 novembre 2016: Cyberbullismo, Sicurezza e Videosorveglianza
28 novembre 2016
PRIVACY: prendi il controllo dei tuoi dati personali – DATA PROTECTION
11 dicembre 2016
Mostra tutti

Rapporto simbiotico con la madre: la Corte di Cassazione affida il figlio al padre

Il Giudice ha affermato che se il figlio ha un rapporto troppo stretto con la madre, l’affido preponderante è presso il padre. Questa decisione è stata necessaria per garantire al bambino un equilibrato sviluppo, ovvero per allentare il rapporto “quasi simbiotico e di eccessiva dipendenza” che lo lega alla madre e per evitare un diradamento degli incontri con il padre in un momento in cui ha invece bisogno di rafforzare ed identificare il rapporto con tale figura genitoriale. separazione-divorzio-affidamento-minore-padre La Corte ha dato atto della ferma volontà del figlio di non andare a vivere col padre, ma ciò nonostante, ha ritenuto, con motivazione priva di vizi logici e perciò non sindacabile nella presente sede di legittimità, che su tale volontà deve prevalere l’interesse del minore al trasferimento. Pertanto la  Suprema Corte di Cassazione –  Sesta Sezione Civile con l’Ordinanza n. 23324 depositata il 16 novembre del 2016, colloca il minore, figlio di genitori separati,  presso il padre.

Si annette alla presente l’Ordinanza della Suprema Corte di Cassazione: ordinanza-corte-di-cassazione-n-23324-del-2016

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>